La grande sfida della scuola AC è costruire la persona del futuro,
educandola al vero, al bene e al bello, a quel bell’ordine di cose.
Via Claudio Monteverdi 38, 03100 – Frosinone
+ 39 0775 290991 • demattiasfros@virgilio.it

PROGETTO DELL’ASILO NIDO “STELLINA”

 

INTRODUZIONE E FINALITA’ EDUCATIVE

Nel Nido Stellina il punto di partenza e di arrivo di tutto il nostro lavoro quotidiano con i bambini, anche se può sembrare scontato, è la relazione affettiva. Il piccolo al nido deve stare bene, deve trovare persone che si occupino amorevolmente di lui, che conoscano le sue capacità, esigenze, che rispettino i suoi tempi di apprendimento e di crescita. L’ambiente che lo circonda deve essere tranquillo e sereno, ogni momento delle giornata sarà bene organizzata e pensata a misura di bambino. Nel formulare un progetto educativo abbiamo tenuto presente soprattutto che il bambino è una persona che deve sentirsi amata, rispettata e che per la sua crescita armonica è necessario che sia circondato da stimoli e proposte educative. Deve: vedere, toccare, udire, gustare, sperimentare. È fondamentale ricordare che ogni bambino vive emozioni personali, ha un proprio carattere e richiede un progetto individualizzato che rende il periodo che passa al nido come un momento di gioia e di crescita.

Il nostro progetto educativo è pensato perciò in funzione delle esigenze del singolo bambino e nella predisposizione delle condizioni più idonee ad uno sviluppo armonioso in tutte le dimensioni della personalità affettiva,sociale,psicomotoria e cognitiva.

I nostri principali obbiettivi formativi sono:

  • Attivare e sviluppare le capacità di base del bambino
  • facilitare lo sviluppo psicomotorio
  • stimolare la creatività individuale,mettendo il bambino nelle condizioni di sperimentare e sperimentarsi
  • incentivare la socializzazione,favorendo l'inserimento in comunità e l'apprendimento di regole necessarie alla vita in gruppo.

Particolare attenzione viene rivolta inoltre agli aspetti emotivo-affettivi.Una delle azioni educative svolte al nido è quella di accogliere e contenere l'ansia,sia del bambino che del genitore,al momento del distacco.I comportamenti adottati dalle educatrici mirano a riportare tranquillità nel rapporto bambino-genitore.

 

PRINCIPALI AREE DI SVILUPPO DI INTERVENTO EDUCATIVO

 

SVILUPPO COGNITIVO:

  • Scoprire le qualità funzionali e materiali degli oggetti;
  • Cogliere le prime relazioni spaziali tra gli oggetti;
  • Sperimentare diverse attività sensoriali;
  • Attivare la curiosità e la capacità di osservazione;
  • Stimolare la comparsa delle prime forme di classificazione per la

              risoluzione di semplici problemi;

  • Sviluppare ed utilizzare il pensiero simbolico

 

SVILUPPO RELAZIONALE – SOCIALE

  • Favorire lo sviluppo comunicativo e linguistico del bambino;
  • Acquisire i principali atti comunicativi (verbali e non- verbali) in relazionealle loro funzioni;
  • Utilizzare il linguaggio non verbale al fine di chiedere o mostrare;
  • Utilizzare l’ adulto per raggiungere uno scopo 

 

SVILUPPO EMOTIVO – AFFETTIVO:

  • Promuovere l’ autonomia;
  • Rafforzare la fiducia in se stessi;
  • Contare sulle proprie capacità personali;
  • Esprimere e riconoscere emozioni e sentimenti negli altri;

 

SVILUPPO MOTORIO:

  • Sperimentare e coordinare gli schemi d’azione;
  • Controllare gli schemi posturali del proprio corpo;
  • Muoversi con sicurezza;
  • Riconoscere la propria posizione spaziale all’ interno dell’ambiente.

                

 

                    LA NOSTRA GIORNATA AL “NIDO”

  • Ore 07:30 APERTURA DEL NIDO
  • Ore 07:30 alle ore 09:30 SALA ACCOGLIENZA
  • Ore 09:30 DIVISIONE DELLE CLASSI (lattanti-grandi)

 

LATTANTI: Le educatrici seguono le esigenze che hanno i lattanti senza stravolgere le loro abitudini.

GRUPPO GRANDI: Le educatrici realizzano attività manuali tipo disegni con tempera, pennarelli, colori a cera, pastello manipolazione con pasta, pongo, farina oppure gioco libero nella sala giochi.

  • Ore 11:00 PREPARAZIONE DEL PRANZO

 

LATTANTI: Bavaglino, pranzo in base alle esigenze del bambino.

GRUPPO GRANDI: Bavaglino, lavaggio delle manine.

  • Ore 12:00 GRUPPO BAMBINI GRANDI PRANZANO
  • Ore 12:30/40 CAMBIO DEL PANNOLINO
  • Ore 13:30 RIPOSINO PER I BAMBINI CHE FREQUENTANO IL POMERIGGIO
  • Ore 16:00 MERENDA
  • Ore 17:00 USCITA

 

COORDINATRICE: D’Annibale Loreta, Suor Rora, Suor Assunta

LE EDUCATRICI SONO: Carla,  Raffaella, Rosaria, Rosella  ASSISTENTE:Valentina

LA CUOCA: Floriana   - AUSILIARIA: Graziella

 

 

                     UNA GIORNATA AL NIDO “STELLINA”

La giornata al nido stellina è caratterizzata da momenti che si ripetono quotidianamente, consentendo ai bambini di scandire il tempo attraverso le esperienze vissute in un contesto educativo fatto di spazi organizzati, proposte educative e relazioni.

L’ACCOGLIENZA

L’Ingresso del bambino al nido, dalle 7:30 alle 9:30, costituisce un momento delicato dove il bambino deve sentirsi accolto.

LO SPUNTINO

Intorno alle 9:30 insegnanti e bambini si ritrovano insieme davanti ad uno spuntino.

LA CURA E L’IGIENE

Il cambio è un momento importante di relazione intima tra educatrice e bambino assumendo anche una valenza affettiva nonché comunicativa. Prima di pranzo ai bambini vengono lavate le manine nel rispetto dei turni.

LE PROPOSTE EDUCATIVE

Gli ambienti di ogni servizio sono pensati per esprimere piacevolezza, familiarità e facilitano il gioco libero. In ogni sezione i bambini hanno l’opportunità di svolgere attività di costruzione, manipolazione, pittura, gioco simbolico, lettura dalla parte delle educatrici con l’intento di sviluppare abilità motorie, cognitive e linguistiche.

IL PRANZO

Il pranzo al nido si svolge intorno alle 11:30 per i lattanti e alle 12:00 per i divezzi semi-divezzi. I bambini divisi in piccoli gruppi siedono al proprio tavolo accompagnato dall’adulto che tenderà a favorire la sua autonomia gradualmente, facendo scoprire loro nuovi sapori e gusti, acquisendo nuove abilità come usare il bicchiere, le posate e mangiare da soli.

IL SONNO

In questo momento il bambino necessita di una grande familiarità con l’adulto e con l’ambiente per potersi addormentare serenamente. Ogni bambino raggiunge il proprio lettino accompagnato dall’educatrice dopo essere stato accuratamente cambiato.

LA MERENDA

Dopo il riposo pomeridiano i bambini si ritrovano per la merenda; poi con il gruppo dei compagni concludono la giornata.

IL RICONGIUNGIMENTO

Il ricongiungimento con i familiari è un momento ricco di emozioni. L’orario di uscita può variare a seconda della tipologia del nido e delle esigenze della famiglia. Nel nostro caso l’uscita avviene alle 14:30 oppure alle 17:00.

 

 

Inserimento

L'inserimento è un momento molto importante e delicato che rappresenta per molti bambini il primo distacco dalle figure familiari.

Al fine di favorire questo  momento, il nido STELLINA ha programmato la seguente tabella d'inserimento così da rendere  l'entrata nel nuovo ambiente il più serena e tranquilla possibile sia per il bambino che per il genitore.

.LUNEDI (30 minuti)

  • Il bambino entra con la mamma al nido e conosce le educatrici e i compagni

MARTEDI (45 minuti)

  • La mamma e il bambino entrano insieme dopo i primi 30 min.
  • La mamma esce (per 15 min.) compila una scheda con le abitudini del suo bambino, passati 15 min. rientra a riprendere il suo bambino.

MERCOLEDI (1 ora)

  • Il bambino entra con l’educatrice e la mamma nel frattempo aspetta all’ingresso. Passata 1 ora l’educatrice riconsegna il bambino.

GIOVEDI (2 ore)

  • Il bambino entra con l’educatrice, incomincia a salutare la mamma che può allontanarsi e tornare nell’ora stabilita con l’educatrice.

N.B.: Qualora l’educatrice ritenesse opportuno prolungare il momento dell’inserimento, chiederà al genitore di continuare la settimana successiva fino a quando il bambino è sereno e disposto ad accettare tutte le novità che gli offre il mondo che lo circonda: “Dalle vostre richieste a ciò che il nido gli propone”. Ogni bambino è diverso dall’altro per cui la tabella potrebbe subire variazioni a seconda delle reazioni del bambino e della mamma, in realtà per il bambino è molto semplice abituarsi alla nuova situazione; nel giro di una settimana(due nei casi più ostinati) tutti quanti si ambientano e sono sereni.

 

 

IN PROGETTO

  • Laboratorio teatrale : l'esperienza teatrale, intesa per questa fascia d’età come “gioco di finzione”,è un momento magico in cui il bambino, esplora, immagina e si diverte, requisito quest’ultimo fondamentale in ogni tipo di apprendimento..
  • Cuciniamo al Nido: giocando il bambino impara a manipolare sostanze diverse,distingue e denomina le diverse consistenze degli alimenti,osserva e sperimenta la trasformazione delle sostanze mescolate fra loro e il cambiamento una volta cotte o raffreddate in frigorifero.Impara le regole sociali del rispetto dell'ambiente riordinando e pulendo il tavolo di lavoro.
  • Angolo del travestimento:permette al bambino di "far finta di" ed imitare travestendosi, momenti di vita quotidiana come gocare ad essere la mamma o il papà.
  • Conosciamo gli animali: attraverso storie,canzoni e attività il bambino andrà alla scoperta del mondo animale,imparando come si chiamano gli animali,dove vivono,come vivono e che versi fanno.
  • Libro tattile
  • Raccontiamo una favola:Attraverso la lettura della favola si condividono emozioni,pensieri e fantasie tra chi legge e ci ascolta.Il libro diventa per il bambino un oggetto conosciuto e amico attraverso la ripetizione quotidiana,arricchisce l'immaginazione del bambino e le sue conoscenze linguistiche.
  • Alla scoperta dei cinque sensi.
  • Musica e suoni
  • Viviamo le stagioni: Con l'aiuto di semplici disegni e/o materiali diversi il bambino scoprirà il susseguirsi delle stagione,imparerà il loro nome e le caratteristiche che le identifica.Toccherà le foglie autunnali e i frutti di questo periodo,percepirà il freddo dell'inverno toccando il ghiaccio,assaporerà la primaverà assaggiando i suoi frutti e odorando il profumo dei fiori appena nati.

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.